Archivi del mese: dicembre 2011

Buon anno…

Nuovo anno… e non cambia niente.

Tutti si illudono con buoni propositi; con idee; con nuovi progetti da intraprendere.

Non ci rendiamo conto che è solo un giorno come altri, in messo a tanti altri giorni; la fine di un mese e l inizio di un nuovo mese.

Non inizia la scuola a gennaio.

Non si riprende L’università.

Alla fine l inizio dell anno per noi dovrebbero spostarlo a settembre, è quello che tutti prendono considerazione come fine anno.

L’estate che finisce, le attività che riprendono.

A gennaio non cambia niente, si prosegue lungo la strada, con kg in più e più alcol da smaltire.

Quello che però facciamo dal 27 al 31 e ricordarci i mille motivi per il quale abbiamo odiato l’ anno che sta passando. Non riusciamo a ricordare i traguardi, solo i lati negativi.

E quindi… con lo spread che ci ossessiona, le tasse che ci spiatellano l animo a terra, i soldi che bastano per una pizza…al taglio, e tutto che gira e ti fa girare solo le palle…

Pensi che il nuovo anno sarà sicuramente migliore, ma non è cosi.

Ci illudiamo di mantenere promesse fittizie come la palestra, la dieta del lunedi che non arriva, mille progetti che devono partire in un lontano gennaio che boh…arriva, passa e ormai non è piu Gennaio e bisogna aspettare l’anno nuovo.

Siamo incredibilmente osceni nella nostra falsità. Mentiamo a noi stessi.

Quindi cari miei amici …

Buon anno…

non cambierà dal precedente, sempre che voi non lo vogliate…

Annunci

Tu … simbolo natalizio.

Tu..

che aspetti natale per  i regali;

che con falsità fai finta di non interessarti ai soldi dentro alla bustina;

che ricicli i regali;

che spendi 1euro per i regali credendo ancora che il pensiero interessi a qualcuno;

che fai regali osceni, facendo figure non definibili;

che critichi chi ti fa i regali e gli sorridi nonostante ti facciano schifo;

che pretendi il regalo, ma non lo dai a vedere per finto buonismo;

che se il regalo non è secondo le tue aspettative succede un casino;

che speri che quella persona non te lo faccia perchè non hai nessuna intenzione di ricabiare;

che odi riunirti con tutti i parenti;

che detesti far finta di essere felice, ma vorresti solo passarlo altrove;

che provi angoscia a stare seduto ore a tavola;

che mangeresti un brodino piuttosto che cucinare giorni e poi vedere avanzare del cibo;

Beh tu, piu dell’albero e del presepe, sei il simbolo del NATALE. E contribuisci ogni anno a renderlo cosi magnificamente malinconico.

Come disse un caro amico “Merry Crisi a tottusu” .. (trad. Grande crisi a tutti)


Buon Natale Cinici.


Non ho mai gradito le feste natalizie.

Prima mi piacevano perchè si andava in vacanza, si mangiava più del POTUTO, e bada bene non dovuto, e c’erano regali in vista. Diciamocelo chiaramente, facciamo a Natale quello che non facciamo normalmente.

Facciamo gli auguri a chi non degnamo manco di un “come va” nella quotidianità; regali tra parenti che normalmente non si degnano con una chiamata;cene e sfarzi solo per far vedere che la famiglia e unita e felice ma sotto il tappeto nasconde corde e chiodi per tenere tutto ben legato.

Tutti arriviamo con un magone, una tristezza, una strana malinconia che non capiamo bene da cosa derivi.

Alcuni sentono maggiormente la solitudine, nessun particolare scambio di regali, magari chi senza una famiglia con cui festeggiare;

Alcuni sentono maggiormente gli screzi familiari;

Altri dediti al lavoro vorrebbero rilassarsi ma queste festività marcano maggiormente la loro dedizione quasi ossessiva;

Poi c’è chi ha troppi ricordi non piacevoli, e preferisce affogarli in buon cinismo senza sfarzo, luci, nè consumismo degno della migliore nascita di un Cristo povero e senza una stanza dove nascere.

Siamo in pole position per le contraddizioni, per le incoerenze frutto di una tradizione che pesa a tutti, ma alla quale nessuno rinuncia. Come dei sadici che buttano il sale in una ferita aperta.

Ma spesso il natale è anche un modo per stare insieme, per capire il vero significato di famiglia che con gli anni va via via a sfumare, e perde quel significato che dovrebbe regnare sovrano.  Sempre piu spesso è sotto le festività che si vanno a sfasciare i rapporti familiari; aumentano i litigi; i malumori;

Non ho mai capito realmente il motivo.

So solo che dal 22 Dicembre al 6 Gennaio vengo, come altri, colpita da una cappa di malumore e angoscia che neanche il più buon tiramisù riesce a sollevare.

Tutti i malcontenti si vanno a scontrare con qualsiasi relazione umana che si va a intraprendere.

Nonostante tutto, un sorriso a Natale viene sempre fuori. E finite queste angosciose e lunghe feste.. torniamo al nostro stato di calma apparente.

Buon Natale Gente,

e non dimenticate di sepellire l’ascia di guerra in questi giorni, perchè niente è piu importante di un forte abbraccio o un sorriso con le persone che vi girano intorno… ma evitate di farlo solo a Natale!


Uomini e donne!!!Che connubio…

Uomini.

A cosa possono servire?

Loro sono delle rette che vanno all’infinito, metodici e standardizzati;

Le donne sono delle onde sinuose, che salgono e scendono ma alla fine tutte uguali nella loro moltitudine;

Le tipologie di uomo in cui ci può abbattere sono svariate;possiamo incontrare per esempio:

  • l’uomo che capisce, ti sa consigliare ma spiacenti…è gay;
  • l’uomo che si sforza di capire ma fa piu danni;
  • l’uomo che fa finta di niente, e ti fa inbestialire come un’ape regina;
  • l’uomo al quale spieghi l’errore e con il 60% di possibilità lo ricommette;
  • l’uomo che è cosi ingenuo, che quasi ti dispiace prendertela;
  • l’uomo che ti capisce,ti consola,non fa danni ma è sociopatico oppure stai solo sognando dopo una commedia romantica americana.

Insomma di uomoini come vorrebbero le donne non esistono, ma neanche se fabbricati manualmente uno ad uno, con microcip fatti ad hoc.

Non esistono perchè siamo noi l’onda… siamo noi che non siamo lineari, che vogliamo tutto quello che non abbiamo, e non vorremmo ciò che abbiamo;

che dobbiamo sempre lamentarci del nostro, e desiderare il vostro;

siamo malate di insoddisfazione.

Ma ciò che amiamo di piu è lamentarci;

Puliscono sempre peggio di noi; fanno la spesa in modo esoso senza accorgersene; i colpi di genio li abbiamo noi; le cose in generale le facciamo meglio noi;

Ma anche se noi, vogliamo passare per quelle bellissime suffragette dai peli sotto le ascelle e dai baffi incolti, sappiamo che adoriamo quegli esseri cosi fatti al membro di segugio, senza un minimo di cognizione dell’errore perpetrato nei confronti della femmina.

UOMINI, sappiatelo, noi vi adoriamo cosi.


Strana meravigliosa Gente

 

 

 

Ti ritrovi a leggere “motociclisti..strana meravigliosa gente” .

Atea del motociclismo, io che mi infastidisco la domenica a vederli correre in cerchio uno dopo l’altro non capendo il perchè lo facciano; io che al rumore,frastuono del motore preferirei la nona sparata al massimo.

Io che me li vedo sfrecciare a sinistra dell’auto e non so perchè abbiano tanta fretta;

Io che fin da piccola volevo l Harley, piazzata, e rilassante;

Ma c’è sempre stato un po’ di feeling, non capivo il perchè.

Arriva un punto in cui.. lo capisci.

Alla fine sono dei pazzi, dei disperati, è vero.. ma sono una famiglia.

Credo sia il piu alto grado di fratellanza che si possa vedere; fanno gioco di squadra anche se sono soli, con la loro compagna di viaggio.

Sono cosi tanto legati che neanche Dio, potrebbe creare una fede piu grande, e neanche per Dio il cattolico credente può mostrare tanta fedeltà.

Urlerò sempre contro a ‘sti maledetti che sfrecciano e spuntano dall’ignoto con tanta fretta, ma magari con un po’ piu di rispetto, con un ghigno d’invidia di chi si sta godendo la corsa della libertà.

Alla fine ha ragione il video… Sono delle meravigliose creature, con il loro credo.


Babbo natale era imprenditore comunista!

Caro Babbo Natale.

E’ da un po’ che non ti scrivo, smisi quando ero una bimba che aveva scoperto la tua inesistenza trovando i regali nell’armadio, neanche impacchettati per giunta.

Ho deciso di scriverti di nuovo. Secondo me fa bene, credere in un vecchio,lavoratore, che sfrutta gli gnomi tutto l’anno e li fa lavorare ciclicamente con un contratto co.co.pro. (a progetto insomma).

Non sei un grande imprenditore, lo sai vero? Fai tutti quei regali e non chiedi niente a nessuno, in quale giro mafioso sei entrato? Vecchietto e bastardo con i folltetti che sudano e tu li guardi dall’alto con la scusa che in un giorno lavori come loro in 365…ma almeno il tuo stipendio l’hai dimezzato con la crisi che colpisce il mondo?!

Passi l’unico giorno dell’anno dedito alla famiglia, su per i camini a fare chissàcosa non si sa.. da me i pacchetti erano sempre già sotto l’albero dal giorno prima. Ammettilo non sei un grande amante degli animali e ti diverti a frustare quelle povere e vecchie renne che di te non ne possono piu.

Insomma dal quadro generale non risulti un grande uomo. Devi essere pure comunista visto il tuo abito, e non ti vergogni a mostrarlo. Sei passato dall’essere leghista, tutto verde, all’essere comunista… ma come hai fatto?!

Si vede che sei italiano. Si vede proprio. Ti piace la buona cucina, imprenditore sfruttatore, non conosce vacanza pur di sfruttare i lavoratori, insomma.. sei un manifesto per lo sfruttamento animale/umano!Tra l’altro poco coerente in via politica..

Non so perchè, ma credo di aver fatto bene a fregarmene di te, tanto non sei poi cosi tanto simpatico. E non hai manco azzeccato i miei regali, mai.

Quindi credo che rimarrò in silenzio stampa.

Ricordati però di pagare le tasse come sbarchi da noi, ne avremmo un po’ bisogno. E se proprio puoi porta un po’ di equità nel parlamento,e non tra di loro eh.. no, no, nelle loro zucche, fai un miracolo alla Gesu, sai andavano di moda i suoi un periodo.

Ciao Babbo Natale.

P.s. smettila di arrampicarti su per le verande, hai rotto, non tutti sono dei ladri!


Questo è l’amore…

“…l’amore è una pazzia temporanea, erutta come un vulcano e poi si placa, e quando accade bisogna prendere una decisione. devi capire se le vostre radici si sono intrecciate al punto da rendere inconcepibile una separazione.

Perchè questo è l’amore.

Non è l’ardore, l’eccitazione, le imperiture promesse d’eterna passione, il desiderio di accoppiarsi in ogni minuto del giorno. Non è restare sveglia la notte a immaginare che lui baci ogni angolo del tuo corpo. No, non arrossire, ti sto dicendo qualche verità.Questo è semplicemente essere “innamorati”. una cosa che sa fare qualunque sciocco.L’amore è ciò che resta quando l’innamorato si è bruciato; ed è sia un arte sia un caso fortunato.Ci sono radici che si protendono sottoterra l’una verso l’altra e quando i bei fiori cadono si scopre che si è un albero solo, non due. Ma volte i petali cadono senza che le radici si siano intrecciate…”

 dal FILM  ”Il mandolino del Capitano Corelli