Archivi tag: amore

Cinismo o amore?!

Ognuno di noi, si muove sulla base delle proprie scelte, ovviamente.
Ognuno di noi, commette gli errori che deve, e uscirà più forte e coraggioso.
Ognuno di noi, si compromette per un bene superiore.

Poi..

C’è qualcuno, che pur di fruttare l’altro per soperire alla propria solitudine, va contro ogni principio.
Viaggiamo tutti su una morale comune, dettata dalla tradizione cattolica, purtroppo.
Qualcuno si distacca, riconoscendo dei dogmi piuttosto che altri, talvolta nascondendoci per mezzo di una integerrima maschera di umiltà e correttezza, nella speranza che nessuno scavi a fondo per scoprire che forse non tutto ciò che luccica….
Non so se i mores, il buon costume, le consuetudini, ci portino a cotanta falsità, o se insito nell’essere umano.
Certe volte, prescriviamo a noi stessi dei comportamenti contro natura, o contro la nostra natura, senza capire dove spinge davvero il nostro animo.
Ci costringiamo ad amare chi non è adatto a noi, ci facciamo sfruttare consapevoli che quella sia l’unica via per ottenere un riconoscimento da qualcuno, almeno; entriamo nel tunnel simil depressivo perchè non felici e soddisfatti di quanto ottenuto, non abbiamo la caparbietà per ricominciare da capo e ricostruirci ex novo.
Mi strugge e demotiva, vedere quante persone, che neanche si son affacciate alla vita, e ancora stanno lavorando per ottenere uno spazio nel mondo, si siano fossilizzate nella falsità e nell’illusione di un mondo che non esiste, e non potrà mai funzionare.
Non giudico la morale, o i comportamenti di nessuno, non ne sarei in grado e nessuno ne ha l’autorevolezza, però disprezzo chi non ama se stesso e non rende felice se stesso per come merita.
Non sopporto vedere quanto ci si possa sottovalutare rispetto al mondo che ci circonda.
Certi mi hanno definita cinica, forse perchè propendo verso l’amor proprio prima che pensar all’amore per l’altrui persona, ma non sfocio mai nell’egoismo, ho sempre una mano tesa verso il prossimo. In questo son molto più cristiana di chi si professa tale.
Però, ritengo, che per poter amare chi ti circonda, si debba amare e si debba soddisfare in primis se stessi, perchè non esiste una metà mela da qualche parte; ma esisterà sempre un mandarino, arancia o anguria intera, che potrà in ogni modo, in ogni caso, accompagnarti fin dove potrà, andando a costruire una nuova visione del mondo, già abbastanza delineata; andrà ad arricchirlo di nuove esperienze.
La soddisfazione del proprio essere sfocia nell’amore per gli altri.
Ma non è un amore, dal “ti amo” ogni mattina, o dal vivremo per sempre felici e contenti, o altro. Io non credo alle favole, non mi piacciono i lieto fine che ti rassicurano e rendono miope rispetto alla varietà di esperienze che il mondo ti offre.
Io son per un To be Continued”, la fine non la conosco, so che fin quando noia non ci separerà la mia anguria, o mandarino sarà là accanto a me per farmi conoscere una delle tante varietà e sfacettature del mondo, e scoprirle insieme sarà ancora più creativo ed emozionante.
Ma non voglio una metà, se io sono una mela, voglio che accanto ci sia qualcosa di differente che una mera proiezione del mio essere.
Per questo, spero che tutti raggiungano cosi tanto amore per se stessi, che saranno mele o pere o mandarini completi, e potranno donare un po’ di loro a qualcun altro.
Il mio cinismo, in fondo, è giustificato dal riuscire ad amare la solitudine, ma è temperato dall’esigenza di essere circondata da persone stimolanti.

Grazie a tutti voi che mi fate assaporare la vita in un modo sempre originale.


Questo è l’amore…

“…l’amore è una pazzia temporanea, erutta come un vulcano e poi si placa, e quando accade bisogna prendere una decisione. devi capire se le vostre radici si sono intrecciate al punto da rendere inconcepibile una separazione.

Perchè questo è l’amore.

Non è l’ardore, l’eccitazione, le imperiture promesse d’eterna passione, il desiderio di accoppiarsi in ogni minuto del giorno. Non è restare sveglia la notte a immaginare che lui baci ogni angolo del tuo corpo. No, non arrossire, ti sto dicendo qualche verità.Questo è semplicemente essere “innamorati”. una cosa che sa fare qualunque sciocco.L’amore è ciò che resta quando l’innamorato si è bruciato; ed è sia un arte sia un caso fortunato.Ci sono radici che si protendono sottoterra l’una verso l’altra e quando i bei fiori cadono si scopre che si è un albero solo, non due. Ma volte i petali cadono senza che le radici si siano intrecciate…”

 dal FILM  ”Il mandolino del Capitano Corelli


Pezzi di un puzzle!

Ci sono persone che ti passano accanto e non sai chi siano;

Ci sono persone che guardi e ti sembra di averci condiviso qualcosa, un piatto di malloreddus al sugo forse;

Ci sono persone di cui sai un sacco di cose, ma non conosci;

Ci sono persone che un giorno, nonostante non ci si conosca o altro, iniziano a riempirti le giornate, una dopo l altra, di un profumo inebriante di felicità.

Ci sono persone e ci sono imprevedibili evoluzioni delle situazioni. Da sconosciuti, a conoscenti, a .. chissà!

Mi sono sempre stupita  di questo strano iter della vita. Come ci si sceglie? Quale strano meccanismo ci porta a relazionarci proprio con quella persona tra mille che ci sfiorano la spalla per strada al semaforo?!

Sono incontri dettati da una fitta rete di casualità, imprevisti e conoscenze indirette. Tutto ci porta sempre a qualcosa di conosciuto.

Ogni persona ci lascia una soluzione, un pezzo di puzzle che noi andiamo a sistemare. C’è chi poi di quel puzzle diviene il protagonista, e prende sempre piu forma con il passare dei giorni.

Tutti dovremmo avere i pezzi del nostro puzzle, bisogna solo cercarle come Goku fa con le sfere del Drago.. Senza scoraggiarsi!

Poi, è vero, i pezzi si possono perdere, si possono staccare, si possono confondere. E’ inevitabile che accada. Ci sono cosi tante persone, cosi tante situazione, e cosi tanti possibili combinazioni di pezzi nel nostro puzzle, che è difficile riconoscere e ricordare con il tempo quale sia il nostro pezzo migliore, quello che ci completa, e che ci fa apparire il tutto piu chiaro. Quel pezzo mettetelo al sicuro, da qualche parte, perchè se doveste smarrirlo, sapete dove ritrovarlo!!


Era il 10marzo2010.. E c’era paura…

Ho paura.

Ho paura di provare emozioni;

Ho paura di provare l’emozione sbagliata;

Ho paura di dimenticare cosa si prova;

Ho paura di non dimenticare cosa provavo;

Ho paura.

Ma alla fine cos’è la paura?

non è altro che un sussulto,un brivido,un batticuore improvviso,una lacrima.

Tutto ciò non è però quello che si prova ad amare?

Ecco perché non voglio amare, avrei doppiamente paura.